Prossimi Spettacoli

Sabato 06 ottobre ore 20.30
Domenica 07 ottobre ore 19.30
COMPAGNIA TEATRO D’EUROPA
Presenta ANGELA CATERINA e LUIGI FRASCA
in MA PER FORTUNA E’ UNA NOTTE DI LUNA PIENA
di Ermanno Carsana regia LUIGI FRASCA
In una notte di luna piena, due ladri sgangherati tentano goffamente di derubare Madame, la padrona di casa, del suo celeberrimo e prezioso diadema, all’interno della villa gentilizia, dove, la stessa figlia, con un poco complice fidanzato e soprattutto poco probabile, cerca di accaparrarsi, lei stessa, il gioiello. Il tutto è seguito e quasi molestato da un investigatore privato che complica, invece di risolvere. Fondamentale, per un tocco ulteriore di comicità, apparirà, nella trama travolgente, il promesso sposo della figlia con un mal di denti cronico.
______________________________________________________________________________
Sabato 03 novembre ore 20.30
Domenica 04 novembre ore 19.30
COMPAGNIA DELL’ECLISSI
Presenta L’ARTE DELLA COMMEDIA
di Eduardo De Filippo regia MARCELLO ANDRIA
Oreste Campese, un capocomico di vecchia scuola che percorre in lungo e in largo la Penisola con la sua modesta compagnia, portando nelle piazze di provincia l’arte e la tradizione secolare del teatro girovago, a seguito dell’incendio del suo capannone si rivolge al prefetto De Caro, massima autorità locale, per chiedere aiuto. Ne nasce un dialogo dai tratti ironici, ma dal fondo accorato e moralmente rigoroso, sul significato e sulla funzione sociale del teatro e dell’attore, che appare oggi di indubbia attualità.
Attorno ai due antagonisti ruotano dei personaggi dalla forte caratterizzazione emblematica – un medico, un prete, una maestra elementare, un farmacista – ciascuno dei quali porta in scena con passione e calore la logica profonda della propria identità, insinuando il dubbio che il confine fra verità e finzione sia così labile da non consentire di distinguere l’una dall’altra. In bilico sul filo sottile che divide l’umanità reale da quella rappresentata sulla scena, raccontano storie così complicate e inquietanti da apparire verosimili, tanto paradossali da poter risultare credibili. Il susseguirsi delle continue ambiguità si risolverà in un finale sospeso, che lascia la porta aperta a tutte le possibili varianti del gioco teatrale.